Lenti a Contatto Smart: il futuro è alle porte!

Sony

sta progettando una lente a contatto hi-tech molto avanzata, sulla falsa riga di quanto proposto in alcuni brevetti di Google e Samsung. L’azienda nipponica ha in mente una lente con videocamera, archiviazione e unità di trasmissione integrati. La lente, nelle intenzioni di Sony, dovrebbe anche offrire autofocus, zoom, controllo dell’apertura e persino la stabilizzazione dell’immagine. La fotocamera sarà in grado di “scattare” foto con un battito delle palpebre “consapevole”, ossia un battito diverso da quello effettuato naturalmente. Non è chiaro come invece saranno controllate le altre funzioni: probabilmente incideranno altri parametri rilevati da sensori, come la velocità.
L’immagine scattata, o ricevuta senza fili da altri dispositivi, sarà visualizzata direttamente sulle lenti a contatto. Le applicazioni – per quanto si tratti di un brevetto che potrebbe non vedere attuazione – riguardano potenziali scenari di realtà aumentata, ma anche un miglioramento della vista umana, portandola a livelli di gran lunga maggiori. (Fonte)


Last update was on: 20/04/2019 13:28

Google

le lenti a contatto di Google, progettate per monitorare il livello di zuccheri nel sangue, potrebbero debuttare prima del previsto. Del progetto di Google finalizzato alla realizzazione di lenti a contatto smart si è già parlato più volte. Si tratta di un’iniziativa destinata in primis ai pazienti diabetici, utile per monitorare costantemente il livello di zuccheri nel sangue, attraverso l’analisi non invasiva (senza aghi e punture sulle dita) del liquido lacrimale prodotto dall’occhio, mediante l’impiego di particolari sensori. Una tecnologia attualmente in fase sperimentale, che un giorno potrebbe migliorare in modo concreto la vita delle persone. A quanto pare non sarà necessario attendere altri cinque anni prima di poterle vedere in commercio, come dichiarato qualche mese fa dal gruppo di Mountain View: il debutto potrebbe avvenire prima. Ne parla la redazione di Quartz, valutando il contenuto di alcuni dei brevetti assegnati all’azienda da parte dell’USPTO (United States Patent and Trademark Office). Un portavoce del motore di ricerca, interpellato sull’argomento, non ha fornito alcuna conferma o smentita. La fase di sperimentazione potrebbe comunque aver subito un’accelerata in seguito alla partnership siglata con la casa farmaceutica svizzera Novartis, realtà con alle spalle una lunga esperienza nel campo dell’oculistica. (Fonte)


Last update was on: 19/04/2019 02:11

 

Samsung

ha depositato un brevetto per lenti a contatto smart che, a dispetto dello spessore minimo, avrebbero display, fotocamera, antenna per connettività wireless, sensori di movimento e per il battito della palpebra. Le immagini proiettate dalle lenti potranno poi essere visionate grazie ad un dispositivo accoppiato, ad esempio uno smartphone. La visione di Samsung è decisamente più ampia e ancora più immersiva dei dispositivi da indossare come gli stessi Samsung Gear Vr e gli Oculus Rift, visori ben più grandi, da indossare sugli occhi. Senza contare che le lenti a contatto potrebbero aprire un grande dibattito sulla privacy poiché si tratta di un dispositivo in grado di scattare immagini all’insaputa di altre persone, visto che è praticamente invisibile. (Fonte)

Un team dell’Università di Washington sta invece progettando un minuscolo schermo per computer all’interno di una lente a contatto che consente agli utenti di registrare video, scattare foto, navigare sul Web e utilizzare funzioni come il GPS e il riconoscimento di volti ed oggetti. (Fonte)

Confronta Caratteristice Prodotti
  • Total (0)
Confronta
0