Philips Smart Shaver: il rasoio connesso!

La serie Philips Smart Shaver 7000 è la prima soluzione al mondo per la rasatura connessa e basata sull’intelligenza artificiale, che analizza il movimento del rasoio e determina il tipo di movimento per fornire a ciascun uomo un piano di rasatura personalizzato per affrontare i problemi e le esigenze specifici della pelle. La valutazione della cura della pelle di Philips utilizza una combinazione di domande giornaliere e misurazioni della pelle per identificare la salute della pelle, acquisendo questi dati nell’app e utilizzandoli per fornire un rapporto sulla pelle personalizzato. I dispositivi e i servizi di Philips sono modellati da sensori, dati e intelligenza adattiva e personalizzati in base alle esigenze individuali, consentendo di ottimizzare e fornire indicazioni in tempo reale sulle routine quotidiane di assistenza personale. Il concetto SmartMirror mostra come le soluzioni Philips consentono alle persone di comprendere meglio che le loro routine quotidiane possono avere un impatto sulla loro salute, sicurezza e benessere. (Fonte)

IFA 2015, il rasoio connesso di Philips ti ricorda di fare la barba

 

“In Philips, crediamo nell’abilitazione delle persone a capire meglio che le loro routine quotidiane possono avere un impatto sulla loro salute, sicurezza e benessere. Ognuno ha diverse routine di cura personale, ed è per questo che abbiamo creato proposte intelligenti che forniscono piani su misura, unici come le persone che li usano “, ha dichiarato Jack van Strien, leader del settore Business Care presso Royal Philips. “Al CES stiamo dimostrando innovazioni nell’assistenza personale che combinano la tecnologia con la nostra profonda esperienza nel settore sanitario. Le soluzioni intelligenti e i dispositivi connessi possono aiutare a ottimizzare la routine quotidiana di ogni individuo, sia che includa consigli su come affrontare un particolare problema della pelle durante la rasatura, o su come prendersi cura dei propri capelli e della pelle. ” (Fonte)

 

 

 

Nel mondo smart entra di diritto il rasoio Philips della serie 7000, un modello dotato di connettività bluetooth e di un’app che acquisisce i dati della rasatura e la “tara” sulla base della nostra pelle. Un rasoio che viene definito dall’azienda come il primo Bluetooth connected shaver in grado di fornire un’esperienza di rasatura altamente personalizzata e, di conseguenza, di portare a zero il principale difetto di questo tipo di rasatura: l’irritazione della pelle. Il rasoio in sé fa tesoro della decennale esperienza Philips nel settore, cui vi aggiunge però la possibilità di personalizzazione tipica dell’era “connessa”.  Lo Smart Shaver Philips, infatti, oltre a integrare tutte le tecnologie meccaniche volte a offrire una rasatura impeccabile, è anche bluetooth e comunica costantemente con un’app esterna, disponibile al momento per iOS. L’app non consta semplicemente di consigli di rasatura derivanti dall’esperienza dell’azienda nel settore e da consigli medici, ma raccoglie tutti i dati che gli vengono forniti dal rasoio stesso: momento dell’ultima rasatura effettuata, pressione esercitata in funzione del tempo, funzionalità utilizzate, per quanto tempo e via di seguito. In questo modo, l’app non solo si rende conto di quando abbiamo bisogno di una bella rasatura (ce ne accorgiamo anche da soli, a dire il vero), ma è anche in grado di fornire preziosi suggerimenti all’utente e di impostare i parametri del rasoio (via alcuni preset) per ottimizzare la routine di rasatura. L’idea alla base di Smart Shaver è che tutti gli uomini sono diversi, è diversa la loro pelle e la loro barba: solo studiando le abitudini di rasatura è possibile impostarne una che sia realmente efficiente e, soprattutto, non lasci spiacevoli irritazioni successive. (Fonte)

Compare items
  • Total (0)
Compare
0